Nuovo sistema tassazione fondi – milleproroghe

 

Mostra rif. normativi

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-05499
Atto n. 4-05499

Pubblicato il 29 giugno 2011
Seduta n. 575

LANNUTTI – Al Ministro dell’economia e delle finanze. -

Premesso che:

ai sensi della legge n. 10 del 26 febbraio 2011 di conversione del decreto-legge n. 225 del 2010 (cosiddetto milleproroghe) viene sancito un nuovo sistema di tassazione dei fondi di investimento;

in particolare dal 1° luglio 2011 cambierà il sistema di tassazione dei fondi la cui quotazione, che oggi è indicata al netto della tassazione, sarà al lordo e la tassazione si applicherà sul risultato positivo al momento della vendita;

detta modifica comporterà che la determinazione del risultato positivo conseguito, per fondi già detenuti, avverrà sottraendo al valore di disinvestimento delle quote il prezzo di carico delle stesse, assumendo come valore di carico la quotazione del 30 giugno 2011 e non il valore delle quote al momento dell’acquisto;

ne consegue che chi possiede fondi in perdita, qualora dovesse, a giudizio dell’interrogante miracolosamente, aumentare il valore delle quote dopo il 1° luglio, si troverà a pagare una tassa del 12,50 per cento (salvo future maggiorazioni) sul risultato positivo conseguito, anche se non ha ancora recuperato il disavanzo negativo. La minusvalenza derivante dalle perdite ottenute fino ad oggi sui fondi non verrà considerata e non si potrà minimamente compensare un eventuale futuro risultato positivo;

a titolo di esempio: quote di un fondo acquistate nel 2007 al valore unitario di 7 euro; quotazione delle stesse al 30 giugno 2011 5 euro (circa 28 per cento di perdita); qualora dopo il 1° luglio il valore dovesse recuperare un po’ della perdita conseguita negli anni (ad esempio: 6 euro) il plusvalore di 1 euro sarà tassato anche se non ancora recuperata la perdita, e non si potrà nemmeno tener conto della minusvalenza del periodo precedente,

si chiede di sapere se, alla luce di quanto esposto in premessa, il Governo non intenda valutare attentamente le conseguenze relative a quanto disposto dal citato decreto-legge, con il quale si modifica il sistema di tassazione dei fondi di investimento, al fine di non danneggiare migliaia di piccoli risparmiatori che hanno investito tempo addietro in fondi comuni, riportando dopo qualche anno un risultato ampiamente negativo, visto l’andamento di questi ultimi anni.

Senza categoria

Leave a Reply