Finmeccanica-Alenia nomina Giuseppe Giordo

 

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-06017
Atto n. 4-06017

Pubblicato il 5 ottobre 2011
Seduta n. 617

LANNUTTI – Al Presidente del Consiglio dei ministri e ai Ministri dello sviluppo economico, dell’economia e delle finanze, della giustizia e del lavoro e delle politiche sociali. -

Premesso che:

l’atto di sindacato ispettivo dell’interrogante 4-04411 ancora non ha ricevuto risposta;

in data 24 giugno 2010 il Consiglio di amministrazione di Finmeccanica nominava Giuseppe Giordo nuovo amministratore delegato di Alenia aeronautica;

nell’interrogazione citata si chiedeva di sapere: quali siano le valutazioni del Governo in merito al fatto che Lorenzo Cola «stava “lavorando”, come si apprende dalla stampa, per la nomina di Giuseppe Giordo ad amministratore delegato di Alenia aeronautica», se il Governo intenda approfondire i legami tra Cola e Giordo, se «la nomina di Giuseppe Giordo ad amministratore delegato di Alenia aeronautica sia stata preventivamente concordata con il Ministero dell’economia e delle finanze e, in caso negativo, quali siano i motivi», quali «siano i motivi della repentina nomina di Giordo ad amministratore delegato di Alenia aeronautica in piena indagine giudiziaria sui presunti fondi neri di Finmeccanica da parte della magistratura»;

considerato che, a quanto risulta all’interrogante, è prassi all’interno del gruppo Finmeccanica che il management acquisti quote azionarie di società che forniscono beni e servizi alle stesse società di cui sono ai vertici aziendali,

si chiede di sapere:

se al Governo risulti che la magistratura abbia aperto un’indagine sui legami tra Cola e l’attuale amministratore di Alenia Aermacchi, Giuseppe Giordo;

se risultino quote azionarie di società che forniscono beni e servizi ad Alenia e a Agusta detenute, direttamente o indirettamente, dall’attuale Presidente di Alenia, Amedeo Caporaletti, e se ciò non sia una palese conflitto di interessi ma, soprattutto, si ciò non arrechi gravi pregiudizi e danno alla società pubblica;

se intenda sollecitare la Guardia di finanza al fine di verificare la situazione sopra esposta;

quali provvedimenti intenda adottare al fine di rimuovere tale manifesto conflitto di interesse che sta portando sull’orlo della crisi le varie società del gruppo Finmeccanica;

se il Governo, quale azionista di riferimento di Finmeccanica, sia a conoscenza del piano di ristrutturazione in atto da parte di Alenia Aermacchi altamente lesivo dei più elementari diritti dei lavoratori, trattati come pacchi postali a disposizione di un management che sempre utilizza sistemi di gestione in spregio delle professionalità di dipendenti che hanno arricchito di valore le società di appartenenza, le cui crisi sono riferibili esclusivamente agli errori e agli sperperi, di certo estranei ai dipendenti, emersi agli onori delle cronache;

se risulti che il capo del personale di Aermacchi, dottor Possenti, stia chiedendo in maniera insistente e pressante ai dipendenti di Roma di licenziarsi;

quali siano gli intendimenti del Governo, tramite i suoi rappresentanti all’interno del Consiglio di amministrazione del gruppo Finmeccanica, in relazione ad un management che sta addossando i danni provocati ai soli lavoratori.

Senza categoria

Leave a Reply