Roma Vertice FAO – multe ingiuste

 

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-06430
Atto n. 4-06430

Pubblicato il 14 dicembre 2011
Seduta n. 645

LANNUTTI – Ai Ministri dell’economia e delle finanze e dell’interno. -

Premesso che:

in un articolo dell’agenzia AgenParl del 13 dicembre 2011 si legge che: «Nel 2008 si è svolto a Roma il vertice Fao. Dal 3 al 6 giugno tutta la zona circostante intorno alla sede Fao è stata interdetta al traffico con forti ripercussioni per la mobilità dei cittadini romani. Il Comune di Roma per l’occasione ha messo in campo una task force di Polizia Municipale e i romani rassegnati hanno accettato loro malgrado i disagi imposti dal vertice mondiale. In quei giorni il traffico ha subito numerose deviazioni. In particolare nella zona di San Giovanni, i Vigili hanno deviato il traffico veicolandolo sulle corsie preferenziali riservate ai bus. E come prevede il codice della strada all’art.146 “La violazione dei comportamenti indicati dalla segnaletica stradale (art. 38-43) o dagli agenti delle traffico comporta l’applicazione della sanzione”. Insomma gli automobilisti non possono sottrarsi alle indicazioni dei Vigili, ma il Comune di Roma si dimentica di spegnere le telecamere di controllo delle corsie preferenziali di Via dell’Ambaradam. Così dopo alcuni mesi, alcuni automobilisti si vedono recapitare a casa una multa per il transito su una corsia riservata agli autobus. Le multe sono state rilevate il 3 giugno 2008 a partire dalle ore 11:00»;

gli automobilisti hanno fatto ricorso scritto contro la suddetta ammenda, ma alcune settimane fa si sono visti recapitare la cartella esattoriale di Equitalia dell’importo di 250 euro;

considerato che:

giuridicamente la multa in questione è un atto nullo mancando il presupposto fondamentale, l’infrazione e tutti i successivi atti dovrebbero considerarsi invalidi;

inoltre l’interrogante si chiede per quale motivo, in una situazione straordinaria come quello del vertice Fao, il Comune di Roma non abbia avuto l’accortezza di disattivare le telecamere di accesso alle zone preferenziali a fronte dell’opera straordinaria della Polizia municipale,

si chiede di sapere:

se il Governo sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa;

se intenda, e in che modalità, intervenire a fronte di misure inique ed in questo caso illegittime;

se non intenda intervenire presso il Comune di Roma ed il Comando dei Vigili urbani per conoscere il numero esatto delle multe elevate nei giorni del congresso Fao nel tratto di strada in questione;

quali iniziative di competenza voglia intraprendere per rimborsare quei cittadini che hanno pagato ingiustamente per un’infrazione non commessa.

Senza categoria

Leave a Reply