Intervento Alua su provvedimento Vigili del Fuoco

Legislatura 16ª – Aula – Resoconto stenografico della seduta n. 767 del 17/07/2012
Seguito della discussione dei disegni di legge:

(3365) Conversione in legge del decreto-legge 20 giugno 2012, n. 79, recante misure urgenti per garantire la sicurezza dei cittadini, per assicurare la funzionalità del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e di altre strutture dell’Amministrazione dell’interno, nonché in materia di fondo nazionale per il servizio civile

(410) COSTA. - Riconoscimento dello stato di Forza di polizia e delega al Governo per la riforma del rapporto di lavoro e per la riforma del servizio volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco

(1644) MASCITELLI ed altri. - Disposizioni in materia di stabilizzazione dei vigili del fuoco volontari discontinui

Sull’emendamento 5.0.100 la Commissione bilancio ha espresso parere contrario ai sensi dell’articolo 81 della Costituzione.

LANNUTTI (IdV). Domando di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

LANNUTTI (IdV). Signora Presidente, non facendo parte, come dice il presidente Azzollini, dei “bilancisti”, resto un po’ stupefatto dalle decisioni della Commissione bilancio che, a volte senza neanche documentare con precisione le scoperture, pone veti dichiarando che “non si può fare” ai sensi dell’articolo 81 della Costituzione. (Commenti del senatore Azzollini). Lo abbiamo visto su mille questioni, però quando abbiamo rifinanziato, addirittura in un provvedimento che non c’entrava nulla, le banche con 24,7 miliardi di euro allora non c’era scopertura. In quei casi le coperture si trovano immediatamente.

Essendo firmatario, insieme ad altri colleghi del Gruppo, dell’emendamento 5.0.100, insisto sulla proposta, anche perché le dichiarazioni del sottosegretario Polillo non convincono. Ci troviamo di fronte ad un sistema, di fronte ad uno Stato biscazziere che quest’anno disporrà di 80-90 miliardi di euro, però quando si devono trovare i soldi per aiutare i consumatori e le famiglie non riusciamo a fare nulla.

Concludo, signora Presidente, ricordando un altro aspetto. Quello attuale è il Governo tecnico, il Governo che ha detto che avrebbe diminuito. Abbiamo approvato l’ESM: la Corte costituzionale tedesca ha detto che ci sono dei problemi, noi però siamo stati i primi della classe.

Voglio ricordare che, secondo i dati della Banca d’Italia pubblicati ieri, il debito pubblico ammonta a 1.966,303 miliardi di euro; nonostante la cura del Governo monti è aumentato di 61,443 miliardi di euro dall’insediamento, con un ritmo di 10 miliardi di euro al mese che ha polverizzato i record dei precedenti Governi (con il Governo Prodi cresceva al ritmo di 3,919 miliardi di euro al mese e con quello Berlusconi di 6,181 miliardi di euro al mese). Secondo i dati dell’ISTAT, inoltre, risultano otto milioni di nuovi poveri. Continuate ad aiutare le banche mentre la gente è disperata e non ce la fa più ad arrivare alla fine del mese! (Applausi dal Gruppo IdV).

Senza categoria

Leave a Reply